La Tempo Run,  è un allenamento a ritmo costante da tenere tra i 10″ e i 20″ al km più lenti rispetto al proprio Ritmo Gara (quindi indicativamente a ritmo medio o poco più veloce).

Una “tempo run” dovrebbe apparire impegnativa, ma non così veloce da trasformarsi in un corto veloce, e non così lenta da risultare una corsa di scarico. Punta a uno sforzo che appaia impegnativo ma fattibile e usa l’intuito per determinare quale sia il ritmo migliore per te in una determinata “tempo run” (potrebbe cambiare di settimana in settimana).

Parlando in maniera più tecnica, il ritmo da tenere deve sempre permettere al corpo, di rimuove tanto lattato quanto ne viene prodotto.
Nei lavori di ripetute o nell’allenamento Corto Veloce, da realizzare più veloci del Ritmo gara, il tuo corpo oltrepassa questo limite, consentendo alla fatica di svilupparsi rapidamente. Il Ritmo da tenere in una Tempo Tun, invece, è impegnato ma può essere mantenuto costantemente per periodi anche lunghi.

Questa tipologia di allenamento è molto utile per aumentare la resistenza e migliorare le prestazioni per le gare superiori ai 10 km perchè permette di migliorare la soglia del lattato, cioè quel punto dove il lattato prodotto è superiore a quello smaltito.

Nella preparazione di gare più corte invece, i vantaggi sono  minori in quanto solitamente vengono corse ad un ritmo superiore a quello di soglia, ma comunque, da questa tipologia di allenamento, si possono avere vantaggi anche psicologici, infatti le sedute di Tempo Run non solo migliorano la tua forma fisica, ma hanno effetti positivi anche sulla resistenza mentale.

Allenarsi a velocità che non sono al massimo dello sforzo, ma che comunque comportano una fatica significativa, necessita di quella concentrazione che è alla base dello sviluppo della resistenza mentale per la gara. Ed esercitarsi nella capacità di spingere forte anche quando lo sforzo si fa sentire, ti dà la consapevolezza e la fiducia in te stesso per riuscire a farlo poi il giorno della gara.